I dischi olografici HVD dopo i DVD
Data: Sabato, 18 giugno @ 17:46:58 CEST
Argomento: Lettori Ottici e Mastrerizzatori


Oltre agli standard Blu-Ray e HD-DVD, si inzia a parlare anche di HVD, ovvero Holographic Versatile Disc, che consentiranno di archiviare centinaia di GB a velocità notevoli.

Per promuovere e sviluppare lo standard HVD è stato creato un consorzio costituito da alcuni tra i maggiori produttori di supporti, quali Optware, Fuji Photo Film e CMC Magnetics. I primi dischi sono già stati prodotti e testati e la commercializzazione potrebbe avverire già nel 2006 come sistemi storage in ambito aziendale, mentre per il mercato comsumer si dovrà aspettare un pò più di tempo. La società giapponese Optware ha annunciato di essere pronta ad immettere sul mercato i primi dischi ottici basati sulla tecnologia di archiviazione olografica, con capacità di ben 100 GB. I supporti saranno inizialmente a sola lettura, ma saranno poco dopo introdotti supporti registrabili con capacità di archiviazione fino a 300 GB. I dishci olografici offrono, oltre alle alte capacità, anche alte velocità di accesso ed elevati transfer rate, dell'ordine di centinaia di megabyte al secondo. Optware ha anche mostrato un nuovo formato, chiamato HVC (Holografic Versatil Card), grande e sottile quanto una carta di credito in grado di immagazzinare circa 30gb. In futuro i dischi olografici potranno arrivare ad una capienza ben 1 TB (circa 100 GB) su un disco da 12cm delle stesse dimensioni dei classici DVD e CD, e con velcoità di lettura di 1 GB per secondo.





Questo Articolo proviene da DemiSoft
http://demisoft.altervista.org/

L'URL per questa storia è:
http://demisoft.altervista.org//modules.php?name=News&file=article&sid=398