Le batterie del futuro sono trasparenti
Data: Mercoledì, 28 marzo @ 15:04:47 CEST
Argomento: Hardware Generico


Sviluppata una nuova batteria ricaricabile basata su polimeri organici piccolissima, flessibile e trasparente

Un gruppo di ricercatori presso un'università giapponese ha sviluppato una nuova batteria ricaricabile basata su polimeri organici. Questa tecnologia, che potrebbe diventare predominante nel futuro, si basa su materiali plastici (polimeri) in grado di emettere luce per elettroluminescenza se attraversati da corrente elettrica. Col termine polimero si intendono comunemente le macromolecole di origine sintetica: materie plastiche, gomme sintetiche ecc. La particolarità di questa nuova batteria sta nell'essere, di fatto, una sottilissima pellicola flessibile di 200 nanometri di spessore e trasparente. Questa innovativa batteria, secondo quanto dichiarato dagli scienziati che hanno seguito il progetto, è caratterizzata da un ciclo di vita molto elevato, che dovrebbe permetterle di sopportare più di 1000 cicli di carica/scarica completa ed impiega un solo minuto per caricarsi; anche se non ne è precisata l'autonomia operativa. I ricercatori assicurano comunque la più completa assenza di problemi di "self-discharging" (auto-scarica), ovvero la tendenza a scaricarsi automaticamente inconveniente che ha spesso caratterizzato batterie sviluppate in passato. Attualmente la batteria è ancora in fase di prototipo, anche se il gruppo di ricercatori è convinto che già nel giro di circa tre anni sarà possibile una realizzazione a fini commerciali. Una batteria di così ridotte dimensioni verrebbe incontro a numerosissimi problemi di integrazione, rappresentando una soluzione ideale per dispositivi portatili. "Questa scoperta può cambiare i processi produttivi nella microelettronica".





Questo Articolo proviene da DemiSoft
http://demisoft.altervista.org/

L'URL per questa storia è:
http://demisoft.altervista.org//modules.php?name=News&file=article&sid=437